16. Alma Excelsior sul materialismo




Attraverso l’aspetto spirituale della Verità e della Legge morale del mondo vengono allontanati dalla Terra terremoti e temporali, grandinate e nubifragi. Attraverso la conoscenza spirituale e sentimento religioso vengono allontanate catastrofi atmosferiche, cicloni, esplosioni di gas e altro male proveniente sia dall’atmosfera che dall’acqua, terra o fuoco. Il materialismo uccide l’anima, riduce l’uomo in spietatezza psicologica tramutando il suo cuore in pietra. Il cuore di pietra rappresenta il materialismo più profondo. Il materialismo conduce l’uomo all’edonismo che causa il suo terrore dell’altra vita del kamaloca astrale dei miscredenti, identica al kamaloca dell’orgoglio e avarizia. Il materialismo è connesso con tutte le trasgressioni dell’ordine astrale, mentale e dell’esistenza dell’Io. Non possiamo nemmeno illustrare l’orrore della vita dell’oltre tomba per le conseguenze dell’orientamento materialista.
Con il materialismo il corpo eterico viene aspirato dal corpo fisico in modo che non superi i suoi contorni. Così l’uomo perde totalmente coincidenza con il mondo eterico e vive soltanto nel mondo sensuale. È materialista.
Qualora un idealista debba trovare una coincidenza con il mondo sovraumano, deve essere in grado di estrarre il cervello eterico dalla sua eterica testa mortale sopra il centro cefalico in modo tale da consentire un libero passaggio delle forze eteriche all’interno della zona cerebrale della testa eterica. Così viene rinnovata la capacità della visione eterica o sensazione delle correnti appartenenti alle forze creative vitali. Così risorge comprensione „intuitiva“ delle idee e correnti creative a cui si sono ispirate creazione artistica e intellettuale e tutte le manifestazioni immortali di Spirito della Intelligenza universale che agisce attraverso degli esseri umani. Con la liberazione del corpo eterico e con la sua emersione consapevolmente controllata sopra il corpo fisico avviene il collegamento chiaroveggente con il mondo spirituale e può avere quattro forme principali: la forma infima è la visione libera delle immagini, ovvero immaginazione. È una visione delle immagini senza spiegazioni. Il grado più alto della chiaroveggenza è ispirazione. È l’ascoltare di una Parola spirituale proveniente dagli esseri appartenenti ai mondi spirituali inferiori o superiori a seconda del grado ottenuto dell’iniziazione. Il terzo grado dell’iniziazione è intuizione che può essere successivamente sviluppata fino alla intuizione essenziale, in cui si tratta della comprensione diretta delle forze creative e delle essenze nirvaniche e buddistiche.
Ai pesi della terra appartengono anche le sensazioni terrificanti della perdita del corpo fisico, le sensazioni causate dall’auto-sentimento. Anche questo orrore viene vissuto da un materialista nella misura elevata, perché il suo auto-sentimento di desiderio dell’esistenza fisica è stato troppo forte per poter aver cessato con l’abbandono del corpo fisico. Così il materialista vive in un’altra forma lo strazio di un suicida, perché non ha ucciso il suo corpo fisico, ma quello astrale attraverso la miscredenza nella sua anima. Assassinava l’anima ed è peggio che assassinare il corpo. Con il materialismo sono collegate tutte le forze di non sobrietà ed edonismo che possono essere sconfitte soltanto con la modestia, autodisciplina ed autocontrollo del corpo astrale. L’uomo che mette la sua coscienza in questo mondo, professa naturalmente tutti i suoi piaceri. In primis è il desiderio di mangiare e bere bene. L’edonista non mangia per vivere, ma vive per mangiare e bere bene e per godersi di tutti i piaceri del mondo.
Il caso di Teresa Neumann smentisce idee del materialismo e dimostra l’esistenza della vita sopra sensuale che condiziona la vita sensuale. Teresa Neumann si è incarnata, affinché la sua esistenza basatasi sulla spiritualità (senza alimentazione fisica) scosse il materialismo mondiale della cultura attuale e comprovasse la possibilità dell’esistenza nel mondo sensuale mantenuto soltanto grazie alle forze dell’esistenza sopra sensuale. Nella vita spirituale il cibo non compare necessità indispensabile e una volta sarà sostituito con il processo respiratorio. Poiché sarebbe possibile, dobbiamo maturare e diventare esseri solari che non si fanno mettere in soggezione astrale. L’esistenza solare sarà ottenuta da tutti, non appena la maturità generale della umanità l’avrà permesso. Così sarà nell’epoca di „Sette tromboni”, l’ultima epoca terrestre. (69-73) (Nota della redazione: Attualmente sta per finire l’epoca ariana, seguirà l’epoca di Sette sigilli, soltanto dopo verrà l’epoca di Sette tromboni.)

******

Nota del redattore: Teresa Neumann nacque nel 1898 a Konnersreuth, in una famiglia tedesca, e morì il 18 settembre 1962. Durante l‘incendio nel 1918 ebbe un infortunio che le causò cecità e paralisi. Nel giorno della sua benedizione il 19. 4. 1923 d’improvviso guarì dalla sua cecità e nel giorno della sua santificazione il 17 maggio 1925 anche dalla paralisi.
Teresa Neumann visse dal 1927 fino alla sua morte a settembre del 1962 (quindi 35 anni) senza aver mai mangiato o bevuto. La sua unica nutrizione quotidiana era l’assunzione della Comunione sacramentale. Rifiutava l’affermazione di essere viva di niente. „Di niente nasce soltanto niente“ rispondeva, „io non sono viva di niente, ma del Signore. Il Signore disse: Io sono il pane vivo. Perché non dovrebbe essere vero, se l’avesse detto lui, anche per la vita del nostro corpo?“ Non trascorse la sua vita a letto, ma l’ha dedicò alla cura della sua chiesa parrocchiale e dei malati. Fino al 1947 a Konnersreuth non c’era né un medico né una infermiera. Per questo motivo per molti anni andava a trovare e curare i malati, benché con i suoi piedi stigmatizzati camminava a fatica.
Dr. Johannes Steiner scrisse un libro sulla vita di Teresa Neumann „Teresa Neumann di Konnersreuth, il quadro della vita secondo le testimonianze, diari e documenti autentici“.

SPMZ - 7/2011

Il nostro indirizzo:
SPMZ - capo JUDr. František Venzara
Nádražní 28
783 13 Štěpánov u Olomouce
Repubblica Ceca


 

<< RITORNO

 

Cтарт / Start: 1.3.2007
Oригинал / Original: www.spmz.info
SPMZ • Nádražní 28, 783 13 Štěpánov u Olomouce
Czech republic

IBAN: CZ81 0300 000 0002 5734 6517
BIC: CEKOCZPP

thank you for your support!